Saturday Oct 21
Jun
15/11
Il segno di Libra all’orizzonte
Last Updated on Tuesday, 4 September 2012 10:59
Written by AirSigns
Wednesday, 15 June 2011 02:12

Doveva vedere la luce già in altre due occasioni, la terza sarà la volta buona?

La storia di Libra, un progetto acustico originariamente a sé stante, è piuttosto particolare.
L’ossatura portante dei suoi brani è nata nella primavera 2009, in apparente contrapposizione al primo disco di Air Signs come progetto parallelo.
Trattando una situazione elettrica e piuttosto ricercata, avevo voglia di portare avanti brani del tutto differenti in acustico e con un sound diametralmente opposto, ruvido, blues, da strada, etnico, simil-gitano.
Ciò mi portò a sperimentare il mio repertorio con un mio amico violinista, Dante “Duke” Pagani, già compagno di molte altre suonate e di brani improvvisati in jam session nei locali milanesi e lì dimenticati.
Il sound della mia rudimentale acustica che intarsiava composizioni Buckleyane e la mia voce che scimmiottava Dave Matthews creavano un ensamble interessante combinate al violino di “Duke”.
Dopo alcune registrazioni demo all’inizio dell’estate, l’esperimento finì e mi ritrovai a occuparmi del progetto da solo; pochi mesi dopo dovetti occuparmi anche di spinose questioni personali e diedi così la priorità all’imminente mastering del primo disco.
Registrai nuovamente, per tornare sul pezzo, tutti i brani nella primavera 2010, ma la mia testa era decisamente altrove, persa tra alcuni problemi, l’uscita di Air Signs e la frenesia per le prime bozze di Sketches from tomorrow (all’epoca chiamato ermeticamente “2.0″).
La terza versione di questo progetto dovrebbe prendere vita (mi auguro!) sul finire di quest’estate e si arricchirà della preziosa esperienza che ho avuto il piacere di fare negli ultimi mesi con mio zio Walter Lupi, durante la quale mi sono avvicinato sensibilmente ai suoi Music Experience e ad alcuni brani inediti tuttora “work in progress”.
Libra deve il suo nome non solo all’ambito astrologico, ma alla ricerca dell’equilibrio universale (concetti che approfondirò più avanti, quando il disco avrà preso forma).
L’idea di Libra è quella di unire gli opposti esplorati in Sketches from tomorrow in una maniera che definirei “soprasensibile” e con una sonorità del tutto nuova.
Vuole essere un progetto maturo in quanto già abortito e rinato a braccetto coi due precedenti: forse il suo destino è quello di vedere la luce quando i due fratellastri maggiori saranno già andati fuori di casa, lasciando libera la “mammella mentale” del povero Alex.
Il concepimento c’è stato, attendiamo gestazione e doglie: un disco neonato per musica dall’anima antica.


3 Comments
  1. Commentsdofollow blogs   |  Thursday, 27 October 2011 at 10:14

    hey…

    I discovered your blog site on google and check a few of your early posts. Continue to keep up the very good operate. Seeking forward to reading more from you later……

  2. CommentsHauk IT - Web Consulting   |  Saturday, 29 October 2011 at 04:37

    Hallo…

    Ihre Seite gefällt mir! Schönes Design und sehr übersichtlich… Mit freundlichen Grüßen…

  3. Comments2008 silver proof set   |  Wednesday, 01 February 2012 at 07:45

    Much Thanks!…

    Thanks for taking the time to provide us all with the info!…


Leave a Reply